Premio AIMETA Junior

L’AIMETA anche per l’anno 2015 istituisce cinque premi da conferire a giovani studiosi italiani della Meccanica Teorica ed Applicata.

1. I cinque premi fanno riferimento alle aree scientifiche dell’associazione, e precisamente:

  • Un premio AIMETA Junior  in Meccanica Generale,
  • Un premio AIMETA Junior in  Meccanica dei Fluidi,
  • Un premio AIMETA Junior in  Meccanica delle Macchine,
  • Due premi AIMETA Junior in  Meccanica dei Solidi e delle Strutture.                                

2. I premi saranno assegnati a riconoscimento di  un rilevante risultato scientifico ottenuto dal candidato.  I candidati dovranno avere meno di 40 anni alla data del 15.09.2015.

3. I premi verranno conferiti durante l’Assemblea Generale dell’Associazione, nell’ambito del XXII Congresso AIMETA (Genova, 14-17 settembre 2015). Nel corso dello stesso Congresso ogni vincitore illustrerà in un breve intervento il risultato ottenuto.

4. Ogni premio è dell’entità di € 1500 .

Candidature

1. Le candidature possono essere presentate da uno (o più) membri della comunità italiana della Meccanica, fra cui almeno un socio AIMETA. Ogni candidato può concorrere ad un solo premio. Non sono ammesse auto-candidature.

2. Per ogni candidatura si richiede:

  • l’indicazione esplicita dell’area oggetto del premio, fra quelle sopra indicate;
  • una relazione (max tre pagine) –comprensiva di sintetico curriculum vitae del candidato– da cui emerga  il  particolare risultato proposto per il premio e la sua rilevanza scientifica;
  • un massimo di tre pubblicazioni scientifiche inerenti al risultato proposto;
  • due lettere di persone diverse dai proponenti, a sostegno della proposta.

3. La documentazione dovrà essere trasmessa via e-mail, entro il 28 febbraio 2015, al Segretario dell’AIMETA, Prof. Borino (guido.borino@unipa.it), che, appena ricevuta la domanda, invierà un messaggio di conferma.

4. Non possono partecipare i vincitori delle edizioni precedenti.

Comitato Premi AIMETA Junior

Per il conferimento dei premi, il Consiglio Direttivo AIMETA istituirà un Comitato costituito da uno dei propri componenti, con funzioni di Presidente, e da dieci membri – fra cui eventualmente un solo componente del Consiglio Direttivo - con riconosciute competenze nelle aree scientifiche di riferimento, esclusi i proponenti e i candidati. Il Comitato presenterà una relazione al Consiglio Direttivo, che assumerà le decisioni definitive. I vincitori verranno informati entro il 15.07.2015. Ciascun premio verrà assegnato solo in presenza di almeno due proposte (tre per l'area Solidi e Strutture). Il Comitato può inoltre proporre, motivandolo, di non assegnare uno o più premi.

 

31 Dicembre 2014            

Il Presidente

Paolo Luchini

Vincitori Premi AIMETA Junior 2015

Ivana Bochicchio risulta vincitrice del Premio AIMETA Junior 2015 per la Meccanica Generale con la motivazione: per i suoi risultati e le sue capacità nella trattazione di problemi di dinamica globale per tempi lunghi, in particolare per le applicazioni alla stabilità di una struttura di in ponte sospeso di Lazer-McKenna con le relative interazioni con sbarre viscoelastiche non lineari. Un risultato particolarmente importante per queste strutture, la candidata lo ottiene per il decadimento esponenziale delle vibrazioni, in presenza di una dissipazione abbastanza debole connessa con nuclei di memoria viscoelastici. Per questi studi un teorema, che appare particolarmente significativo, è stato ottenuto per il decadimento asintotico relativo ad una struttura costituita da una sbarra non lineare viscoelastica interagente con un cavo di sospensione mediante molle unidirezionali.

Matteo Bruggi risulta vincitore del Premio AIMETA Junior 2015 per la Meccanica dei Solidi e delle Strutture (con riferimento alla Meccanica dei Solidi) con la motivazione: per i risultati originali conseguiti nell’ambito dell’ottimizzazione topologica di solidi soggetti a vincoli di deformabilità e di resistenza segnalando, in particolare, la capacità di sviluppare in autonomia procedure numeriche innovative di interesse nel campo delle applicazioni ingegneristiche.

Stefania Cherubini risulta vincitrice del Premio AIMETA Junior 2015 per la Meccanica dei Fluidi con la motivazione: per i suoi significativi contributi originali allo studio dei meccanismi di transizione laminare-turbolento in flussi evolutivi non paralleli. Si segnalano in particolare, per tali campi di moto, la determinazione delle perturbazioni ottime non lineari e l’identificazione di “edge states” localizzati, cioè di strutture di flusso al limite del caos. I risultati ottenuti da Stefania Cherubini rivestono notevole importanza teorica e applicativa e possono avere un ruolo di rilievo nel campo dello sviluppo di tecniche di controllo dei flussi.

Flavio Farroni risulta vincitore del Premio AIMETA Junior 2015 per la Meccanica delle Macchine con la motivazione: per i modelli e le procedure sviluppati nel contesto della modellazione dell'interazione pneumatico-strada. Il candidato ha realizzato i modelli di calcolo GrETA (dedicato all’attrito), TRT (analisi ed identificazione della rugosità stradale) e TRICK (caratterizzazione dell’interazione pneumatico strada) confluiti poi nello strumento di simulazione ed analisi "UniNa Tyre Tool" che sintetizza, in uno strumento di grande validità applicativa, i rilevanti risultati speculativi ottenuti.

Giovanni Noselli risulta vincitore del Premio AIMETA Junior 2015 per la Meccanica dei Solidi e delle Strutture (con riferimento alla Meccanica delle Strutture) con la motivazione: per i risultati originali ottenuti nell’ambito dello studio dei fenomeni di instabilità nelle strutture segnalando, in particolare, la capacità di coniugare gli aspetti teorici dell’argomento di ricerca con quelli sperimentali, dote non frequente nel settore scientifico disciplinare di riferimento.

 

Vincitori Premi AIMETA Junior 2013

Premio Meccanica Generale: Luigi Vergori
per i suoi contributi innovativi alla modellazione matematica della materia soffice, ed in particolare alle proprietà dei cristalli liquidi nematici confinati su superfici curve.

Premio Meccanica dei Fluidi: Marco Donato De Tullio
per i suoi contributi innovativi alla tecnica dei contorni immersi, per le applicazioni originali di tale tecnica in diversi campi di ricerca e per l’ottimo livello dei conseguenti risultati scientifici, con un riferimento particolare al campo dell’emodinamica.

Premio Meccanica delle Macchine: Alessio Artoni
per un'originale concezione d'ottimizzazione della coppia pignone spiro-conico e ruota ipoide, che ha trovato applicazione in procedure di progettazione e in un software che costituisce un riferimento nel settore ed è adottato da molti dei maggiori produttori internazionali di componenti di questo tipo.

Premio Meccanica dei Solidi e delle Strutture: Francesco Dal Corso
per il suo significativo contributo allo studio della localizzazione delle deformazioni e dello sviluppo di bande di taglio.

Premio Meccanica dei Solidi e delle Strutture: Alessandro Reali
per il suo significativo contributo allo sviluppo dell’analisi isogeometrica nell’ambito della dinamica strutturale.

 

Vincitori Premi AIMETA Junior 2011

Premio Meccanica Generale: Gaetano NAPOLI

Premio Meccanica dei Fluidi: Francesco PICANO

Premio Meccanica delle Macchine: Marco CARRICATO

Premio Meccanica dei Solidi: Giuseppe TOMASSETTI

Premio Meccanica delle Strutture: Laura DE LORENZIS

 

Vincitori Premi AIMETA Junior 2009

Premio Meccanica Generale: Lorenzo FUSI

Premio Meccanica dei Fluidi: Simone CAMARRI

Premio Meccanica delle Macchine: Marco GABICCINI

Premio Meccanica dei Solidi: Lorenzo BARDELLA

Premio Meccanica delle Strutture: Stefano VIDOLI

AttachmentSize
Bando AIMETA Junior 2015-new.pdf152.93 KB